menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Benno Neumair risponde a 'Chi l'ha visto?'. "Ho ancora la speranza di trovare i miei genitori"

Indagato con l'accusa di aver ucciso i genitori ed occultato i cadaveri, Benno Neumair continua a professarsi innocente

Benno Neumair, il figlio della coppia di bolzanini scomparsi, ha deciso di parlare con l'inviato della trasmissione 'Chi l'ha visto?'. Il trentenne, istruttore di fitness ed insegnante di scuola media, si trova indagato a piede libero, principale sospettato per la morte dei genitori. Tanti gli indizi a suo carico, secondo quanto trapelato dalle indagini. Ed ora ci sarebbe anche un movente economico.

I Ris di Parma, tornati a Bolzano dopo la svolta nelle indagini, avrebbero trovato il sangue del padre, Peter Neumair, nell'auto che Benno stava portando in un autolavaggio. Lo stesso sangue sarebbe stato trovato al ponte di Vadena, sul fiume Adige. Un percorso che Benno faceva abitualmente per andare a trovare la fidanzata ad Ora. I corpi, però, non sono stati ancora trovati e gli inquirenti stanno tentando di collegare tra loro i vari elementi emersi nella seconda fase delle indagini.

Il figlio: "E' un momento molto difficile"

"E' un momento molto, molto difficile. Non tutti quanti della famiglia sono d'accordo con divulgare la nostra vita privata" ha detto. Una risposta garbata, che dichiara però una sorta di "silenzio stampa", a quanto pare anche a causa di qualche altro parente che non vorrebbe si sapesse tutta la verità. "Voi vi occupate di persone scomparse da tanto tempo - ha detto Benno al giornalista della trasmissione Rai -. Io la speranza ce l'ho ancora". Subito, però, si è affrettato a precisare: "fuori fa molto freddo, o sono chiusi dentro da qualche parte o altrimenti è molto difficile sperare".

La trasmissione ha sentito anche la ragazza di Benno Neumair, residente ad Ora. Il trentenne era stato da lei la notte in cui sarebbero scomparsi i genitori. Rincasando al mattino presto, Benno non si sarebbe accorto della loro assenza, pensando che dormissero ancora. E' uscito nuovamente per una passeggiata con il cane sul Renon fino a quando la sorella, che vive a Monaco di Baviera, non lo ha chiamato spiegando che i genitori non rispondevano al telefono da diverse ore.

A quel punto Benno sarebbe tornato a casa e, accortosi che i genitori non c'erano più, insieme ad una zia è andato dai carabinieri a denunciarne la scomparsa. Così sono andate le cose secondo il suo racconto, ma dopo la svolta che ha portato alla sua iscrizione nel registro degli indagati gli inquirenti avrebbero una versione dei fatti molto diversa. Il suo legale ha definito "fantasiosa" la ricostruzione della Procura, e sottolinea come non sia stata emessa alcuna misura cautelare nei confronti del suo assistito.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Trentino rischia la zona rossa? 

Attualità

Classificazione Trentino, Fugatti dà un'interpretazione: «riteniamo che per la settimana prossima la situazione possa restare invariata»

Attualità

Covid, sintesi del nuovo Dpcm

Ultime di Oggi
  • Attualità

    Il Trentino rimane in zona arancione

  • Cronaca

    Registrati altri 3 decessi e +406 nuovi casi positivi al covid

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento