rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Cronaca

Gioco anni 80 diventa una app: l'azienda Belka rilancia 'Tricky Traps'

Nata nell'ottobre 2015 dall'unione di tre giovanissimi liberi professionisti, Belka è un'azienda con sede a Trento presso lo spazio di coworking di Impact Hub che oggi è composta da 7 persone con età media 25 anni

'Tricky Traps' il famoso gioco degli anni 80 diventa un videogioco per smartphone, già scaricabile gratuitamente da giovedì 4 novembre sul Play Store (Android) e sull'App Store (iOS) con il nome di 'Tricky Traps: the videogame'. Ad idearlo e realizzarlo è l'azienda trentina Belka, un team dinamico e giovane composto da Giulio Michelon, Giovanni Frigo, Luca D'Incà, Pietro De Grandi, Matteo Bertamini, Massimo Frasson e Fabrizio Rizzonelli. Il gioco meccanico è quindi stato riprodotto in digitale: lo scopo, una volta lanciata la pallina con il pulsante rosso, è condurre la sfera lungo un percorso ad ostacoli. Per superare ponti levatoi, piattaforme girevoli, tubi calamitati e barre divisorie occorre stabilire la sincronia dei salti premendo la barra bianca alla base del gioco e arrivare alla fine del percorso. Rispetto alla versione originale, quella digitale permette di rallentare il tempo per superare più facilmente le trappole più insidiose. È stato inoltre aggiunto un sistema di punteggio con cui poter sfidare gli amici.

Nata nell'ottobre 2015 dall'unione di tre giovanissimi liberi professionisti, Belka è un'azienda con sede a Trento presso lo spazio di coworking di Impact Hub che oggi è composta da 7 persone con età media 25 anni. È specializzata nella creazione di prodotti digitali, come programmi, applicazioni web e applicazioni per smartphone. La realizzazione del videogioco ha coinvolto anche professionisti esterni a Belka, quali il modellatore 3D milanese Dino, ed un grafico padovano, Alberto Stella, che hanno portato nuove competenze al team di sviluppo.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gioco anni 80 diventa una app: l'azienda Belka rilancia 'Tricky Traps'

TrentoToday è in caricamento