Primiero: la "street barch" colpisce ancora

Street art all'ombra delle Pale, ovvero Stre(e)t Barch: la "tela" degli artisti Zeni e Degiampietro è il legno, annerito dal tempo, dei capanni agricoli

Street art: se la parola vi fa venire in mente i murales nelle strade di Londra, New York o Barcellona siete fuori strada. Anche all'ombra delle Dolomiti si può fare street art, e se manca la "street" allora l'arte si fa sulle tavole di legno dei "barchi", ovvero rimesse per gli attrezzi, capanni agricoli tipici delle vallate oientali trentine.

Arte di strada sì, ma di strada forestale: il progetto si chiama Str(e)t Barch, e nasce da alcuni artisti primierotti che hanno deciso di dare un tocco di contemporaneità ai capanni agricoli di Imer. Cambia la tecnica, al posto delle bombolette spray si usa la mola disco, e cambia, come detto, la location ma lo spirito è lo stesso: riprodurre immagini di grande impatto estetico e concettuale in un luogo dove tutti le possano vedere, con l'intento di attirare per un attimo l'attenzione dei passanti. 

Gli artisti di Stre(e)t Barch hanno colpito ancora: dopo l'uomo intrappolato nel fienile e l'iconica espressione malefica del Jack Nicholson di Shining (vedi foto sotto) il soggetto questa volta sono tre trote. Tre come le Pale di San Martino, che del resto una volta si trovavano sul fondo del mare, popolato da pesci, proprio come i torrenti del Primiero, dove l'acqua pura offre un habitat ideale per le trote, vanto dei pescatori locali. 

L'idea di purezza è del resto il concetto centrale di tutto il progetto: "il filo conduttore è la purificazione - spiega Nicola Degiampietro, autore delle opere insieme ad un altro artista locale, Gianluigi Zeni - noi tecnicamente grattiamo con la mola a disco creando il disegno che vogliamo, facendo si che il legno torni al colore originario". Un ritorno alle origini che è un salto nella contemporaneità, un "deturpare" che è al tempo stesso abbellimento, cura del manufatto agricolo e della materia del quale è composto.

jack-2-2primiero2-2-2uomo-2-2

Potrebbe interessarti

  • Trento, il cielo coperto di nuvole a bolle: ecco perché è successo

  • Passo Gavia aperto: tra muri di neve e la strada che sembra un fiume

  • "Cavalli pelle e ossa, con gli zoccoli spezzati": la denuncia di Oipa Trentino

  • Alzheimer, nasce la Carta dei Diritti per chi si prende cura di un familiare

I più letti della settimana

  • Nuvole da fantascienza nei cieli di Trento: ecco di cosa si tratta

  • Trento, il cielo coperto di nuvole a bolle: ecco perché è successo

  • Suv va a fuoco in Autogrill, i proprietari: "Dentro avevamo valigetta con 9mila euro ed è sparita"

  • Precipita con la moto in una scarpata: trovato senza vita dopo otto ore

  • Aereo perde contatto radio: inseguito da un caccia nei cieli del Garda

  • Schianto contro un camion sul rettilineo: muore motociclista

Torna su
TrentoToday è in caricamento