Barca rompe gli ormeggi e va alla deriva nel Garda poi si schianta a Peschiera

Onde e vento hanno causato la rottura degli ormeggi

Il maltempo di domenica 11 ottobre ha causato la rottora degli ormeggi di una barca turistica sul lago di Garda. Chiaramente, viste le condizioni meteorologiche, a bordo non c'era nessuno. La barca era ormeggiata in porto quando, a causa delle onde e del vento, le fun che la tenevano legata alla banchina si sono rotte lasciandola in balìa della corrente.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La barca è andata alla deriva per poi tornare verso riva e schiantarsi sul lungolago a Peschiera. Dopo la segnalazione da parte di alcuni residenti sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco con mezzi a terra e uomini del Nucleo sommozzatori, oltre al personale della Polizia di Stato, per recuperare l'imbarcazione, gravemente danneggiata. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Porfido, armi, voto di scambio: le mani della 'ndrangheta sulle cave in Trentino

  • Roveré della Luna, Vigile del Fuoco muore a 43 anni con il coronavirus

  • Il Comune ha deciso: niente Mercatini di Natale

  • Coronavirus, due morti in Trentino: non anziani ma adulti con altre patologie

  • Bollettino coronavirus: altri 111 nuovi casi, oggi tutti con tampone

  • Via Brennero: arrivano i semafori intelligenti che fanno le multe

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrentoToday è in caricamento