Alla Questura di Trento tre giovani nuovi commissari da Roma

Hanno meno di trent'anni i tre nuovi commissari assegnati a Trento, tutti provenienti da Roma. Ecco chi sono

I tre nuovi commissari con il Questore di Trento

Hanno meno di trent'anni  i nuovi funzionari di polizia assegnati in servizio a Trento. I tre, presentati oggi al Commissariato del Governo, arrivano da Roma dove, dopo la laurea in Giurisprudenza, hanno frequentato il corso biennale presso la Scuola Superiore di Polizia al termine del quale hanno conseguito il master di secondo livello in Scienze della Sicurezza presso l'Università La Sapienza. 

Il Commissario Capo Valentina Scognamillo, 29 anni, sarà il nuovo dirigente dell’Ufficio Immigrazione, che gestisce una consistente realtà locale connessa con l’accoglienza e la gestione degli stranieri. Il Commmissario Capo Matteo De Bonis, coetaneo, che ha assunto l’incarico di dirigente dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, si occuperà del controllo del territorio, con particolare attenzione all’attività di prevenzione e repressione dei reati e in special modo di quelli definiti “predatori”. Il Commissario Capo Lucio Valerio Barbagallo, 28 anni, in veste di vice dirigente in forze alla Digos si occuperà delle tematiche inerenti l’ordine pubblico e delle forme di devianza sociale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lanterne in ogni casa per Natale: il Comune le recapiterà a tutti i trentini

  • Trentino zona arancione? Fugatti: "Si saprà domani"

  • Il Trentino rimane zona gialla: ordinanza del Ministro, per ora non cambia nulla

  • Trentino giallo, arancione o rosso? Fugatti non esclude niente

  • Coronavirus: 14 decessi in Trentino. Fugatti: "Restiamo zona gialla ma il numero di ricoveri è critico"

  • Bollettino coronavirus: +276 positivi e 3 decessi in Trentino

Torna su
TrentoToday è in caricamento