rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Cronaca via Belenzanis

Furti nei bancomat di tutto il Triveneto: sette in manette

Decine di colpi messi a segno nelle tre regioni del Nordest, operazione con 100 carabinieri impegnati, anche in Trentino

Operazione congiunta del Nucleo Investigativo dei Carabinieri di Bolzano con i colleghi di Treviso e Padova per bloccare definitivamente una banda di malviventi dedita a furti di bancomat. No, non le carte bancomat, ma gli sportelli interi, che i membri della banda facevano puntualmente saltare con l'esplosivo per poi caricarli su camion e furgoni e contare il denaro in un luogo sicuro.

Furto aggravato, detenzione e porto in luogo pubblico di armi e materiale esplodente, riciclaggio, ricettazione e incendio. Questi i reati di cui sono accusati, per decine di episodi messi a segno tra marzo e luglio 2019 in Veneto, Trentino Alto Adige e Friuli Venezia Giulia. 

L'operazione, che ha visto impegnati più di 100 carabinieri in diverse province del Triveneto,  ha consentito di recuperare e sequestrare una somma di denaro in contanti superiore a 200mila euro. A capo del gruppo il 66enne Radames Major, già capo clan dei giostrai durante gli anni della Mala del Brenta e da poco uscito dal carcere di Milano a seguito di una condanna a 30 anni per rapina e ben 19 sequestri di persona. Gli altri arrestati sono: Emanuele Garbin, 44enne residente a Vedelago (TV); Jody Garbin, 31enne domiciliato a Ponzano Veneto (TV); Johnny Vivian Garbin, 35enne domiciliato a Ponzano Veneto (TV); Maicol Major, 35enne residente a Vedelago (TV); Maurizio Brusadin, 66enne residente a Treviso; Gjarvis Major, 34enne, residente a Brugine (PD). I sette si trovano ora nelle case circondariali di Padova, Venezia, Rovigo e Treviso.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furti nei bancomat di tutto il Triveneto: sette in manette

TrentoToday è in caricamento