Vaccini, riammesso il bimbo escluso dall'asilo di Calceranica

Dopo giorni di proteste, e di attenzione mediatica sul caso, il bimbo è stato riammesso. La famiglia si era da subito difesa dicendo di aver preso contatti con l'Apss per raccomandata postale

Il bimbo escluso dalla scuola d'infanzia di Calceranica perchè non in regola con l'obbligo di vaccino introdotto dal decreto Lorenzin è stato riammesso. A darne notizia sono i legali della famiglia, appartenenti ad un'organizzazione nata proprio per fare chiarezza sui vari casi di esclusione dovuti all'entrata in vigore del decreto ad inizio anno scolastico.

Legali Contro l'Esclusione, questo il nome dell'organizzazione, precisa che altre famiglie trentine si starebbero muovendo all'interno di questo quadro legislativo, per scongiurare il rischio di esclusione dalle scuole d'infanzia. Il bimbo è tornato all'asilo dopo quattro giorni di assenza, giorni di protesta con tanto di striscioni, da una parte, e forze dell'ordine, dall'altra, che hanno attirato l'attenzione dell'opinione pubblica e dei media sul tema. Altri casi del genere potrebbero verificarsi a Pergine ed a Daone dove, stando ai dati forniti dalla Provincia, sono presenti bimbi iscritti alla scuola d'infanzia che non hanno completato la procedura di vaccino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coranavirus, supermercati presi d'assalto anche in Trentino

  • Un caso di Coronavirus in Alto Adige

  • Violenza sessuale, chiuso il bar H/àkka/. Lo staff: "Profondamente feriti, valuteremo se proseguire"

  • Tenta suicidarsi accoltellandosi ma poi 'si pente' e chiama i soccorsi: grave 26enne

  • Gravissimo incidente in A22, auto si schianta contro un tir: muore un uomo

  • Nuovo caso di coronavirus in Trentino: è una donna del Lodigiano in vacanza a Folgarida

Torna su
TrentoToday è in caricamento