Neonato trovato morto tra i meleti: la madre è in carcere

Trasferita dall'ospedale al carcere la madre del piccolo, trovato senza vita nelle campagne della Val Venosta

E' stata trasferita dall'ospedale Tappeiner di Merano alla sezione femminile della Casa Circondariale di Spini di Garrdolo, a Trento, la madre del neonato ritrovato senza vita nelle campagne della Val Venosta, a Lana. 

La ragazza, 25enne, è una bracciante stagionale originaria dell'Est Europa, in Alto Adige per la raccolta delle mele. E' stata fermata dopo il ritrovamento del piccolo da parte di due escursionisti, in un cespuglio a fianco di una strada di campagna.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le accuse sono di occultamento di cadavere ed omicidio aggravato. Il piccolo infatti aveva avvolto attorno al capo un panno, facendo pensare al soffocamento come causa del decesso. Lo stabilirà l'autopsia, i cui esiti sono attesi per domani.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni comunali Trento 2020, Exit Poll: Ianeselli oltre il 51%

  • Elezioni nelle Circoscrizioni: ecco i risultati

  • Bomba da disinnescare: autostrada, statale e ferrovia del Brennero bloccate

  • Elezioni comunali 2020: ecco i primi 21 sindaci

  • Elezioni comunali a Trento: ecco i più (e i meno) votati

  • Neonato morto a 30 ore dalla nascita: dramma all'ospedale di Rovereto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrentoToday è in caricamento