Cronaca Località Spini di Gardolo

Neonato trovato morto tra i meleti: la madre è in carcere

Trasferita dall'ospedale al carcere la madre del piccolo, trovato senza vita nelle campagne della Val Venosta

E' stata trasferita dall'ospedale Tappeiner di Merano alla sezione femminile della Casa Circondariale di Spini di Garrdolo, a Trento, la madre del neonato ritrovato senza vita nelle campagne della Val Venosta, a Lana. 

La ragazza, 25enne, è una bracciante stagionale originaria dell'Est Europa, in Alto Adige per la raccolta delle mele. E' stata fermata dopo il ritrovamento del piccolo da parte di due escursionisti, in un cespuglio a fianco di una strada di campagna.

Le accuse sono di occultamento di cadavere ed omicidio aggravato. Il piccolo infatti aveva avvolto attorno al capo un panno, facendo pensare al soffocamento come causa del decesso. Lo stabilirà l'autopsia, i cui esiti sono attesi per domani.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Neonato trovato morto tra i meleti: la madre è in carcere

TrentoToday è in caricamento