rotate-mobile
Cronaca Riva del Garda / Localita' Pregasina

Tragedia di Pregasina: il padre rischia l'accusa di omessa custodia di armi

Proseguono le indagini coordinate dal sostituto procuratore di Rovereto Fabrizio De Angelis sulla morte di Stella Pederzolli, la ragazzina di 11 anni che ieri è morta uccisa dal colpo partito accidentalmente dalla pistola di ordinanza del padre, agente della stradale di Riva. Dopo aver confermato il fatto che si sia trattato di un incidente spuntano nuovi particolari: sembra he i colpi siano stati due e che sia stato il secondo ad uccidere la bambina, che stava maneggiando l'arma dopo averla trovata in camera del padre. Il padre potrebbe essere ora accusato di omessa custodia di armi, dato che la pistola si trovava, carica, in un cassetto che non era stato chiuso a chiave. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tragedia di Pregasina: il padre rischia l'accusa di omessa custodia di armi

TrentoToday è in caricamento