menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sabotate tre auto della Tim: "Atto vile, tragedia sfiorata". Indaga la Polizia

A dieci giorni dal sabotaggio dei cavi telefonici secondo, inquietante, episodio a Rovereto

Dopo i cavi, le auto. Secondo, inquietante, episodio in due settimane a Rovereto ai danni della Tim. Dieci giorni fa erano stati danneggiati due armadi stradali contenenti cavi telefonici. Questa volta sono state prese di mira tre auto aziendali, mettendo a rischio la sicurezza dei lavoratori.

A denunciare il "vile atto", queste le parole usate, è Norma Marighetti della Slc Cgil del Trentino. “Tra i lavoratori comincia ad esserci molta preoccupazione – ammette la sindacalista -. Chi ha sabotato le auto di servizio al parcheggio della centrale Tim di Rovereto avrebbe potuto produrre danni significativi per i dipendenti alla guida di quei mezzi che solo per una fortunata coincidenza non si sono trovati su una strada trafficata, evitando così di fare male a se stessi e agli altri”.

Secondo le prime informazioni sembra che i vandali abbiano versato del liquido nei serbatoi delle tre auto, due delle quali erano già su strada quando, inevitabilmente, si sono fermate con il motore ingolfato. I fatti sono stati segnalati alle autorità. Indaga la Digos. "Purtroppo la sede di Rovereto non è nuova ad atti di questo tipo, mai ci si era spinti però a mettere in pericolo il personale che oggi non si sente più sicuro sul loro posto di lavoro" conclude Marighetti. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Restrizioni, quando ci si potrà spostare tra regioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento