menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'auto vandalizzata

L'auto vandalizzata

Omofobia: si ritrova l'auto piena di scritte e disegni

Terribile atto vandalico a sfondo omofobo. "Anche la nostra provincia non è immune da episodi del genere, serve una legge seria"

Atto vandalico a sfondo omofobo a Merano. Scritte e disegni offensivi sull'auto: questa l'amara sorpresa di fronte alla quale si è trovato un ragazzo. I vandali hano colpito di notte, vigliaccamente, danneggiando gravemente la carrozzeria con un pennarello indelebile, come si vede dalla foto. Il motivo? l'orientamento sessuale del ragazzo.

Un episodio contro il quale si levano ora le reazioni delle associazioni che si battono per i diritti delle persone omosessuali, ma sul quale manca ad oggi una presa di posizione ufficiale da parte delle istituzioni, in primis la Provincia autonoma di Bolzano.

"L’episodio è l’ennesima dimostrazione che anche la Provincia di Bolzano non è immune al mostro della violenza omo-bi-transfobia. Oltre ad esprimere piena solidarietà alla vittima chiediamo alle istituzioni - in particolare alla Provincia autonoma di Bolzano quale membro della rete antidiscriminazioni RE.A.DY. - di mettere in campo tutte le azioni necessarie per rendere vere ed efficaci le politiche di contrasto al fenomeno omo-bi-transfobico" scrive l'Arcigay CentaurusAlto Adige Südtirol.

"Siamo convinti - si legge nella nota - che bisogna iniziare dalla scuola, la quale deve diventare la culla di una cultura di vera inclusione e valorizzazione delle differenze. L’episodio dimostra anche quanto sia necessaria la Legge contro l’omo-bi-transfobia, la quale verrà votata in Parlamento tra meno di un mese. Ci attendiamo che i Deputati e i Senatori eletti nella nostra provincia appoggino il disegno di legge". 

auto vandali omofobia-3

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Palazzo del Diavolo a Trento: ecco la leggenda

Attualità

Apre il primo drive through vaccinale a Trento

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento