Lunedì, 22 Luglio 2024
Cronaca Centro storico / Via Monsignor Celestino Endrici, 23

La Croce Rossa del Trentino esempio per la riforma nazionale

L'organizzazione delle attività messa in atto nella nostra provincia è stata scelta come "best practice" da esportare su tutto il territorio nazionale e potrà essere alla base del prossimo Statuto nazionale

Sabato 16 febbraio, alle ore 14.30, presso la sala convegni dell’Istituto Arcivescovile di Trento in via Endrici 23 si terrà la prima assemblea provinciale dei soci  della Croce Rossa Italiana del Trentino. Questa assemblea viene organizzata in un momento molto importante per l’associazione, sia a livello locale che nazionale. E’ infatti in corso una profonda riorganizzazione della struttura associativa (che conta 150.000 volontari in Italia) che è partita proprio dal Comitato di Trento 3 anni fa. L’organizzazione delle attività messa in atto nella nostra provincia è infatti stata scelta come “best practice” da esportare su tutto il territorio nazionale e potrà essere alla base del prossimo Statuto nazionale.

Il neo presidente provinciale Alessandro Brunialti, eletto lo scorso dicembre, quale rappresentante dei più di 3600 soci della provincia, durante l’assemblea presenterà la Carta dei servizi della CRI, il programma di attività per i prossimi anni e il suo team di lavoro, composto da più di 30 volontari. All'assemblea sarà presente il nuovo Presidente Nazionale della Croce Rossa Italiana Avv. Francesco Rocca, insediatosi il 9 febbraio scorso, che porterà il suo saluto e presenterà ai volontari trentini il nuovo regolamento e la futura struttura associativa. Data l’importanza dell’incontro sono state inviate autorità civili e militari di tutta la Provincia, per far meglio conoscere i compiti e le attività che la Cri può svolgere, anche quale ente ausiliario dei pubblici poteri.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Croce Rossa del Trentino esempio per la riforma nazionale
TrentoToday è in caricamento