menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Assegno al nucleo familiare: meno soldi, più servizi

Una parte dell'assegno verrà erogata sotto forma di "rimborso" per servizi già acquistati come mense e trasporto pubblico. "Si va nella direzione dell'assegno unico" spiega l'assessore Olivi

Servizi anzichè soldi: al via la sperimentazione sull'assegno regionale al nucleo familiare che prevede la conversione in buoni di servizio di una parte della somma riconosciuta alle famiglie bisognose. Con la delibera proposta dall'assessore Olivi ed approvata oggi dalla Giunta provinciale si introduce un sistema a carattere sperimentale con il quale si prevede che l’importo mensile dell’assegno regionale venga scomposto in due quote: la “quota libera”, che continuerà ad essere erogata in forma monetaria, senza alcun vincolo di destinazione e una quota minore che sarà erogata in forma monetaria una volta verificato che il beneficiario dell’assegno regionale abbia acquistato per i propri figli alcuni servizi che, nella fase sperimentale, vengono circoscritti all'area della scuola e della formazione.

“Il provvedimento – spiega Olivi – va nella direzione di una forma di welfare più moderno e avanzato, che va oltre la mera erogazione di denaro. L’intento è quello di incentivare le famiglie ad avvalersi di servizi pubblici erogati nell’ambito scolastico e formativo come quello della mensa o del trasporto pubblico degli alunni. Riusciamo così a perseguire alcuni obiettivi di interesse generale, finalizzando l’utilizzo del sussidio pubblico per consumi socialmente "responsabili", come quello di fornire ai ragazzi un sano regime alimentare e occasioni di maggiore socializzazione e quello di valorizzare il trasporto pubblico. I dati che verranno raccolti e l’esperienza che si formerà grazie a questo sistema di erogazione dell’assegno regionale serviranno per realizzare il progetto dell’assegno unico provinciale”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Le regole per gli spostamenti in zona arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento