menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

A Roncafort si inaugura il nuovo asilo nido

La struttura, costruita su una superficie complessiva di 2.972 metri quadrati, accoglierà 55 bambini. All'interno aree per lattanti (fino a 10 mesi), semi-divezzi (10-24 mesi) e divezzi (da 2 a 3 anni)

Sabato sarà inaugurato ufficialmente il nuovo nido per l’infanzia di Roncafort, già aperto dal 1° settembre. Itea ha coordinato la progettazione e la direzione lavori e a fine agosto 2011 ha ceduto l’immobile al comune. In questo primo anno di apertura al pubblico, l’amministrazione comunale lo impiegherà come sede provvisoria del nido di Gardolo, per il quale è iniziata nell’autunno scorso una fase di ristrutturazione che si concluderà a fine 2012.

L’asilo nido di via Caneppele 19 è una struttura costruita ex novo su un’area individuata dal comune di Trento con l’adozione di un Piano attuativo a fini speciali. La cessione del nido da parte di Itea al comune è avvenuta a fine agosto e la struttura attualmente ospita 54 bambini dell’asilo per l’infanzia “L’Aquilone”.
 
 
La direzione lavori è stata curata dall’architetto Claudio Martinelli e la progettazione definitiva dal Settore Tecnico di Itea, mentre la progettazione esecutiva è stata coordinata in parte da Itea e in parte dagli ingegneri Massimo Maglitto e Dana Delia Mengher. L’esecuzione dei lavori è stata affidata alla D.F. Costruzioni Srl di Lavis.
 
La struttura, costruita su una superficie complessiva di 2.972 metri quadrati, è stata progettata per accogliere un’utenza complessiva che si aggira attorno ai 55 iscritti. Gli spazi interni sono stati gestiti in base alle esigenze dei bambini con aree appositamente dedicate ai lattanti (fino a 10 mesi), ai semi-divezzi (10-24 mesi) e ai divezzi (da 2 a 3 anni). Ogni area è attrezzata con una stanza del sonno e i servizi igienici, mentre in comune vi sono: laboratorio, cucina, lavanderia, aula insegnanti e un ampio locale per l’accoglienza di genitori e bambini e per le attività libere. Il corpo edilizio si distribuisce su un piano terra e un primo piano ed è inoltre servito da un’ampia area a verde di 1.375 metri quadri con parco giochi e 14 posti auto per dipendenti e famiglie. I fondi necessari per acquistare gli arredi del nuovo asilo nido derivano da un lascito da parte del signor Aldo Marighetti.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Palazzo del Diavolo a Trento: ecco la leggenda

Attualità

Apre il primo drive through vaccinale a Trento

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento