Artificieri in elicottero su cima Parì per disinnescare una bomba della Grande Guerra

Proprio quel punto sarà uno dei chek point della manifestazione Ledro Skyrace in programma per domenica prossima 10 giugno, dove si concentreranno molte persone

I carabinieri di Ledro hanno effettuato un’operazione di recupero e brillamento di un ordigno bellico ritrovato nei giorni scorsi a Cima Parì, sulle montagne sopra il lago di Ledro. I militari dell’Arma, con personale specializzato dell’Esercito, sono stati trasportati in elicottero a quota di 1.991, dove nei giorni scorsi un escursionista aveva rinvenuto un proiettile d’artiglieria risalente alla Prima Guerra Mondiale, ancora inesploso, nei pressi della croce in ferro collocata sulla cima. Proprio quel punto sarà uno dei chek point della manifestazione Ledro Skyrace in programma per domenica prossima 10 giugno, dove si concentreranno molte persone. Proprio per questo motivo, anche se le condizioni meteo non erano delle migliori, gli artificieri hanno provveduto a disinnescare l’ordigno. Al termine delle operazioni, durate circa 6 ore, la zona è risultata bonificata, con il nullaosta per la competizione sportiva.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente mortale in A22, la vittima è Mirko Bertinazzo

  • Schianto in moto: muore 46enne, gravissima l'amica

  • Frode fiscale da due milioni nelle importazioni di auto usate: sequestri anche a Trento

  • "Non si affitta a trentini": la protesta in Puglia contro l'abbattimento dell'orsa

  • Il pusher scappa, poliziotto ferma un'auto e si fa "accompagnare" ad acciuffarlo

  • In arrivo temporali, grandinate e raffiche di vento: allerta della protezione civile

Torna su
TrentoToday è in caricamento