menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

I carabinieri indagano per danni e trovano un arsenale

L'8 marzo un maestro di sci segnalò di aver trovato la finestra rotta, con un foro circolare. Dopo le indagini i militari hanno perquisito la casa di un 46enne di Moena trovando armi da fuoco, un coltello e una bomba

Lo scorso 8 marzo un maestro di sci di Mantova che si trovava in Trentino per la stagione invernale, ha subito dei danneggiamenti ad una finestra dell'abitazione dove alloggia. Quella sera lui e i vicini di casa avevano sentito un fragore ed un rumore di vetri: erano quelli della doppia finestra, ritrovata bucata da un foro circolare, quasi fosse stato fatto con un'arma ad aria compressa caricata a pallini o con una biglia scoccata da una fionda. 

Il maestro di sci aveva segnalato il fatto ai carabinieri e alla polizia locale. Dopo un paio di settimane di verifiche e accertamenti i militari hanno chiesto e ottenuto la perquisizione domiciliare da parte dell'autorità giudiziaria. I carabinieri di Cavalese hanno quindi effettuato un blitz a casa di un uomo di 46 anni residente a Moena, trovando un piccolo arsenale. T.I., queste le iniziali del presunto danneggiatore, teneva in casa un arco con quindici frecce con punte in metallo, una fionda per sfere calibro nove millimentri, munizioni nuove e inesplose, tra cui una cartuccia 7.62 e 6 colpi di marca austriaca. I carabinieri hanno inoltre rinvenuto una bomba a mano "ananas" disinnescata, una baionetta austriaca, una di fabbricazione italiana e un coltello lungo più di 20 centimetri. Il 46 enne dovrà rispondere di detenzione di armi senza autorizzazione.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre il primo drive through vaccinale a Trento

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento