Cronaca Predazzo

Scatta l'allarme per un incendio in un negozio ma il titolare aggredisce gli agenti con un boccale

È accaduto a Predazzo. L'uomo, in stato confusionale, è stato trovato in possesso di cocaina e marijuana

I carabinieri intervengono per un possibile incendio in un negozio ma vengono aggrediti dal titolare in stato confusionale con un boccale da birra. È successo a Predazzo, nel pomeriggio di domenica 19 dicembre. A far scattare l'allarme era stata una chiamata al numero unico di emergenza 112, per segnalare la presenza di un incendio in un eservizio commerciale nel centro cittadino.

Sul posto sono immediatamente intervenuti i carabinieri della locale stazione e del nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Cavalese, oltre a personale dei vigili del fuoco. Sono stati i pompieri a forzare la porta di ingresso, consentendo ai militari di accedere ai locali. Una volta all'interno, i carabinieri hanno notato una stufa a legna dalla quale era stata rimossa la canna fumaria e che quindi produceva fumo all'interno del locale.

Seduto in stato confusionale c'era il titolare del negozio, un 39enne del posto, che alla vista dei militari li ha aggrediti senza una chiara ragione, e fortunatamente anche senza gravi conseguenze per gli agenti. 

Prima di essere immobilizzato, l'uomo è risuscito ad assestare alcuni colpi alla testa degli agenti con un boccale da birra. Successivamente, durante il trasporto in ambulanza verso l’ospedale di Cavalese per i necessari accertamenti, il 39enne ha cercato maldestramente di disfarsi di un involucro in plastica, che teneva in una tasca dei pantaloni, contenente 10 grammi di cocaina, che sono stati sequestrati. In precedenza i militari avevano sequestrato nel locale e nella macchina dell'uomo anche della marijuana.

Il 39enne è stato così arrestato e condotto nel carcere di Trento.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scatta l'allarme per un incendio in un negozio ma il titolare aggredisce gli agenti con un boccale
TrentoToday è in caricamento