Picchia la convivente e scappa, poi aizza il cane contro i carabinieri

Un uomo di 35 anni è stato arrestato dai carabinieri della Stazione di Pieve di Bono per maltrattamenti in famiglia e guida in stato di ebbrezza

Un uomo di 35 anni è stato arrestato dai carabinieri della Stazione di Pieve di Bono per maltrattamenti in famiglia e guida in stato di ebbrezza. A far scattare l'intervento delle forze dell'ordine è stata la chiamata della convivente dell'arrestato, che ha riferito ai carabinieri di essere stata aggredita dall'uomo e averlo poi visto allontanarsi in auto in direzione di Storo. Ai carabinieri non è servito molto tempo per individuare il veicolo con a bordo il 35enne, che nel frattempo si era spostato verso Baitoni, una frazione del vicino comune di Bondone. Alla vista dei militari, però, l'uomo è sceso dall'auto e ha cercato di scappare.

È stato però raggiunto dai carabinieri, che hanno tentato di fermarlo. Il 35enne ha però reagito con violenza, aizzando verso i militari il suo cane, che ha morso uno dei carabinieri ad una coscia. Una volta bloccato, l'uomo è stato sottoposto all'acol test, risultando positivo con valori ben oltre i limiti di legge. L'uomo è stato quindi arrestato e trasferito in carcere a Verona. La convivente ha sporto denuncia nei suoi confronti. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coniugi bolzanini scomparsi: trovati degli indumenti nell'Adige a sud di Trento

  • Proverbi trentini di gennaio: tra viole, lucertole, neve e santi

  • Covid, il Trentino rischia la zona arancione?

  • Il Trentino rimane zona gialla, unico territorio in tutto il Nord Italia

  • Tragedia in A22, Vitcor non ce l'ha fatta

  • Nuovo decreto: confermato il divieto di spostamento fino al 15 febbraio

Torna su
TrentoToday è in caricamento