rotate-mobile
Cronaca Gardolo / località Gardolo

Litiga con la compagna e la picchia, i vicini chiamano il 112: arrestato

L'uomo non era nuovo a comportamenti simili, è scattata dunque la misura restrittiva, in attesa di un nuovo processo. I carabinieri, chiamati dai vicini, lo hanno sorpreso mentre picchiava la compagna davanti ai figli ed alla madre di lei

Rimarrà in carcere in attesa del processo l'uomo arrestato questa notte dai carabinieri a Gardolo: i militari hanno fatto irruzione nella casa dove il 29enne, cittadino ucraino, stava urlando contro la compagna, arrivando a colpirla di fronte ai figli ed alla madre di lei. Da un esame nel database delle forze di polizia l'uomo è risultato recidivo per comportamenti simili ed è dunque scattata la misura restrittiva. La donna è stata portata al pronto Soccorso dell'ospedale S. Chiara dove ha ricevuto le cure del caso. Ad allertare i carabinieri sono stati i vicini di casa della coppia, svegliati dalle urla. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Litiga con la compagna e la picchia, i vicini chiamano il 112: arrestato

TrentoToday è in caricamento