Cronaca

In treno con la droga, ma il cane lo fiuta: arrestato un 20enne

Controlli di polizia e finanza, un altro giovane è stato denunciato

Sale sul treno con più di 300 grammi di hashish, ma viene scoperto ed arrestato. È accaduto venerdì, in occasione dei controlli interforze messi in campo dalla polizia ferroviaria e dalla guardia di finanza di Trento. Il ragazzo, fermato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, è un 20enne italiano.

Decisivo l'apporto di Aron, il cane della squadra cinofila della finanza trentina: è stato lui, durante un controllo a bordo treno, a segnalare il giovane che era in attesa di scendere. Perquisito, il ragazzo è stato trovato in possesso di più di 300 grammi di hashish, in parte pronto allo smercio. La successiva perquisizione in casa ha permesso di recuperare un bilancino di precisione ed altro materiale utile per il confezionamento delle dosi, a conferma dell'attività di spaccio portata avanti dal giovane.

Il ragazzo, incensurato, arrestato in flagranza per il reato di detenzione ai fini di cessione di sostanza stupefacente, è stato condannato in primo grado a 11 mesi di reclusione e 3.000 € di multa con la pena detentiva sospesa temporaneamente.

Non solo: l'attività del cane Aron ha consentito di individuare a bordo dello stesso treno anche un altro ragazzo di 24 anni, un pregiudicato originario dell’Albania, addosso al quale sono state trovate più dosi tra cocaina ed hashish, oltre a 750 € in contanti. Tutto è stato sequestrato, e il giovane è stato denunciato in stato di libertà.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In treno con la droga, ma il cane lo fiuta: arrestato un 20enne
TrentoToday è in caricamento