Ricetrasmittenti per evitare polizia e carabinieri: arrestato uno spacciatore

I carabinieri di Cavalese hanno fermato due persone e trovato droga e due ricetrasmittenti, probabili strumenti di comunicazione utilizzati dalle 'staffette' per segnalare l’eventuale presenza di forze dell’ordine senza usare il telefono

Gli stupefacenti e gli oggetti sequestrati dai carabinieri

Bilancini di precisione, 16 grammi di sostanza da taglio tipo caffeina, difficilmente reperibile in commercio, oltre a 85 grammi di marijuana, 25 grammi di cocaina e altri 100 di hashish. E ancora due ricetrasmittenti, probabili strumenti di comunicazione utilizzati dalle 'staffette' nel corso dei trasporti per segnalare l’eventuale presenza di forze dell’ordine senza usare il telefono.  Oggetti e sostanze sequestrati dai carabinieri del Nucleo operativo della Compagnia di Cavalese, che martedì sera, all’altezza dell’abitato di Valda, nel Comune di Altavalle, hanno controllato un mezzo condotto da un ventiseienne di origini rumene, in macchina assieme ad un 24enne residente a Grauno.

Sotto un bracciolo dei sedili posteriori dell'auto, i carabinieri hanno trovato un involucro contenente la cocaina e l'hashish. La perquisizione, estesa anche al domicilio del 26enne a Castello di Fiemme, ha permesso poi di individuare quello che i carabinieri definiscono "un vero e proprio laboratorio". In considerazione del sequestro di sostanza da taglio, i carabinieri ritengono che i 25 grammi di cocaina sarebbero poi stati lavorati attraverso il 'taglio' in maniera da ottenere almeno un raddoppio del peso ed incrementare il guadagno all’esito dello smercio. Il giovane è stato arrestato e si trova agli arresti domiciliari per il reato di detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio. Il 24enne che era con lui è stato invece denunciato per spaccio.
 

Potrebbe interessarti

  • Trento, il cielo coperto di nuvole a bolle: ecco perché è successo

  • Passo Gavia aperto: tra muri di neve e la strada che sembra un fiume

  • Falena gigante sul balcone di casa: ecco la foto di una nostra lettrice

  • "Cavalli pelle e ossa, con gli zoccoli spezzati": la denuncia di Oipa Trentino

I più letti della settimana

  • Nuvole da fantascienza nei cieli di Trento: ecco di cosa si tratta

  • Incidente mortale con la moto a Dimaro

  • Aereo perde contatto radio: inseguito da un caccia nei cieli del Garda

  • Suv va a fuoco in Autogrill, i proprietari: "Dentro avevamo valigetta con 9mila euro ed è sparita"

  • Trento, il cielo coperto di nuvole a bolle: ecco perché è successo

  • Schianto contro un camion sul rettilineo: muore motociclista

Torna su
TrentoToday è in caricamento