menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il cane anti droga Batman "incastra" un trentenne per spaccio

I militari del Nucleo operativo di Riva del Garda - all'alba di giovedì e grazie al supporto dell'unità cinofila - hanno arrestato un trentenne disoccupato di Ledro per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti

I militari del Nucleo operativo di Riva del Garda - all'alba di giovedì - hanno arrestato un trentenne disoccupato di Ledro per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti. L'indagine, che da tempo impegnava i carabinieri del Norm in attività antidroga, è scaturita alle prime ore di oggi con una perquisizione domiciliare a casa di una coppia di ucraini che ospitavano a Riva del Garda il giovane accusato di spaccio. I militari hanno trovato un etto di hashish, 5 grammi di eroina, 1 dose di cocaina, 2 coltelli con tracce di stupefacente, 200 euro in banconote da 50 euro - secondo i carabinieri frutto dello spaccio - e un bilancino di precisione. Durante la perquisizione i carabinieri di Riva sono stati affiancati dal Nucleo carabinieri cinofili di Laives, intervenuti col cane "Batman", a supporto dell'attivita. Il trentenne di Ledro è stato rinchiuso in carcere di Spini a Trento in attesa di giudizio su disposizione del pm Fedeli, della Procura di Rovereto. Nel frattempo i carabinieri proseguono le indagini per accertare ulteriori, possibili, sviluppi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre il primo drive through vaccinale a Trento

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento