rotate-mobile
Martedì, 7 Febbraio 2023
Tragedia in montagna

Arresto cardiaco in Marzola: non ce l'ha fatta l'escursionista di Pergine

Giunto sul posto, l'elicottero ha sbarcato in hovering infermiere e medico: quest'ultimo, dopo vari tentativi di rianimazione, non ha potuto far altro che constatare il decesso dell'uomo

Un escursionista di 75 anni, residente a Pergine Valsugana, ha perso la vita nel primissimo pomeriggio di oggi, venerdì 6 gennaio, sul sentiero 411 che dalla Croce del Chegul porta in Cima Marzola. A quota 1471 metri, nei pressi del Doss dei Corvi, l'uomo, che procedeva da solo, è stato colto da un improvviso malore.
La richiesta di aiuto al Numero unico per le emergenze 112 è arrivata intorno alle 12.50 da parte di altri escursionisti impegnati lungo il sentiero.

La Centrale unica di Trentino Emergenza, con il Coordinatore dell'Area Operativa Trentino Centrale del Soccorso Alpino e Speleologico Trentino, ha chiesto l'intervento dell'elisoccorso, mentre il personale della stazione Trento - Monte Bondone si metteva a disposizione.

Giunto sul posto, l'elicottero ha sbarcato in hovering infermiere e medico: quest'ultimo, dopo vari tentativi di rianimazione, non ha potuto far altro che constatare il decesso dell'uomo.

I soccorritori della stazione Trento - Monte Bondone e i Vigili del Fuoco locali si sono recati presso il rifugio Maranza, dove la salma è stata trasportata una volta ricevuto il nulla osta da parte delle autorità, per presidiarla fino all'arrivo del servizio funebre cittadino, cui è stato infine affidato il corpo.

Ultime notizie

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arresto cardiaco in Marzola: non ce l'ha fatta l'escursionista di Pergine

TrentoToday è in caricamento