menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Non rispetta i domiciliari e va a spasso, arrestato e portato in carcere

Il giovane, a novembre 2012, era stato infatti arrestato dalla squadra mobile con l’accusa di spaccio e il giudice gli aveva concesso gli arresti domiciliari ma con la condotta dei giorni scorsi tale misura è stata revocata

I controlli della squadra volante di Trento hanno portato un giovane - L. J. di 27 anni, di origine colombiane - a perdere il beneficio degli arresti domiciliari. La vicenda, conclusasi ieri con l’arresto da parte della squadra mobile in esecuzione all’ordine di custodia cautelare in carcere emesso dal gip di Trento, aveva preso il via lo scorso 22 aprile, quando la squadra volante, durante i controlli domiciliari, lo aveva denunciato per evasione non avendolo trovato in casa così come prescritto dalla misura restrittiva a cui era stato sottoposto. Il giovane, a novembre 2012, era stato infatti arrestato dalla squadra mobile con l’accusa di spaccio di sostanze stupefacenti perché trovato in possesso di cinque dosi di eroina pronte alla vendita. In quella circostanza il giudice gli aveva concesso gli arresti domiciliari ma con la condotta dei giorni scorsi tale misura è stata revocata e il 27enne dovrà scontare il resto della pena in carcere.    

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento