La figura di spicco

Operazione "Free Fuel", in manette la mente dell'organizzazione

Era destinatario di un mandato di arresto europeo: ecco il suo ruolo

Nuova svolta dopo l’operazione “Free Fuel”, in cui era stata scoperta una rete dedita alla clonazione seriale di fuel card e a furti di impressionanti quantitativi di carburante sul territorio italiano, con Trento al centro di questa vicenda. Nella mattinata di mercoledì 19 giugno, infatti, i carabinieri hanno rintracciato e arrestato a Guastalla, nel reggiano, uno dei vertici dell’organizzazione criminale coinvolta nell’operazione.

L’uomo, destinatario di un mandato di arresto europeo e stanziale in Spagna, secondo gli inquirenti sarebbe la mente dell’organizzazione che clonava carte carburante e rivendeva a prezzi più che stracciati del carburante a clienti che ne conoscevano decisamente bene la provenienza.

Stando a quanto ricostruito dall’indagine, l’arrestato da Barcellona forniva i codici delle tessere clonate alle batterie operative in Italia e, in particolare, in Trentino.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operazione "Free Fuel", in manette la mente dell'organizzazione
TrentoToday è in caricamento