menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Arrestato con l'accusa di avere rapinato un'anziana: ma è uno sbaglio

Un trentino incensurato in manette accusato di aver rapinato un'anziana. Passa la notte in camera di sicurezza. Il giudice non convalida l'arresto. Lui dice: "Non avrei mai potuto fare una cosa simile"

E' stato un vero incubo quello vissuto da un uomo di 38 anni. Incensurato, è stato arrestato con l'accusa di aver rapinato un'anziana signora. E' rimasto rinchiuso in una camera di sicurezza della caserma dei carabinieri per 12 ore, un'intera notte.

Questi i fatti: alle 20 di lunedì vicino alla stazione dei treni di Grumo, una pensionata è stata aggredita. La 75enne alcune ore dopo avrebbe riconosciuto l'aggressore, arrestato dai carabinieri della stazione di San Michele. Il processo per direttissima è andato in scena la mattina seguente.

Il giudice Enrico Borrelli non ha convalidato l'arresto. Sospiro dii sollievo per il 38enne: "Non avrei mai potuto fare una cosa simile ad un'anziana signora. Chi si comporta in questo modo non è un uomo".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Non solo Santiago: ecco cinque cammini in Trentino

Attualità

Quando saluteremo il coprifuoco: le ipotesi

Attualità

L'estate 2021 tra distanziamento e mascherine: come sarà

Ultime di Oggi
  • Attualità

    Cucciolo di orso trovato morto sul Monte Bondone

  • Cronaca

    Bollettino coronavirus, i dati del 6 maggio

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento