Camionista denunciato: aveva a bordo un manganello 'tonfa' e un tirapugni

Entrambi gli oggetti sono, per la normativa italiana, vere e proprie armi per le quali, sia per l'acquisto che la loro detenzione, è necessario essere in possesso di apposita licenza

Le armi sequestrate dalla polizia locale

Un cittadino di nazionalità polacca di anni 36 è stato denunciato per porto abusivo di armi perché trovato in possesso di un manganello e di un tirapugni. L'uomo è stato fermato dalla polizia locale di Trento per delle normali verifiche di routine mentre era alla guida di un autocarro. Durante le fasi del controllo, uno degli agenti ha notato che all'interno della cabina di guida c'erano un manganello modello tonfa (un'arma tradizionale di origine orientale composta da un'impugnatura lunga 12 centimetri e da un corpo di lunghezza variabile dai 50 ai 60 centimentri) ed un tirapugni. Entrambi gli oggetti sono, per la normativa italiana, vere e proprie armi per le quali, sia per l'acquisto che la loro detenzione, è necessario essere in possesso di apposita licenza. Documento che al 36enne fermato, però, mancava. Il personale della polizia locale intervenuto ha quindi provveduto a denunciare l'uomo e sequetrargli le armi. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un rombo fortissimo, aerei da guerra sopra Trento: ecco perchè

  • Tragico incidente, motociclista morto, due feriti e veicoli carbonizzati a Nomi

  • Ha un malore alla guida mentre è al telefono con la moglie, si schianta e precipita in un dirupo: morto

  • Fermati al casello A22 con 12 chili di cocaina: trafficanti traditi dai calzini

  • Frecce Tricolori: spettacolo nei cieli di Trento

  • Lago di Garda, ecco il progetto della prima pista ciclabile subacquea del mondo

Torna su
TrentoToday è in caricamento