Cronaca

Vaccino alla moglie del dottor Nava, Benetollo non si ferma

Enrico Nava ha rassegnato le sue dimissinoni dall’incarico di direttore dell’integrazione socio sanitaria

La bufera che ha colpito l'Azienda provinciale per i servizi sanitari non sembra arrestarsi. Dopo la comunicazione dell'assessore provinciale con delega alla salute, Stefania Segnana, pubblicata dall'ufficio stampa della PAt nella mattinata di sabato 27 marzo, una seconda nota riporta quella del direttore generale dell'Azienda, Pier Paolo Benetollo. 

"In merito alla vicenda della vaccinazione della moglie di un membro del consiglio di direzione di Apss", si legge nella nota, "il direttore generale ha avviato in data odierna un’indagine interna al fine di verificare lo svolgimento dei fatti e verificare i profili di responsabilità a tutela dell’immagine dell’Ente e dei propri operatori".

Ferma e distaccata la reazione del direttore Benetollo: «Siamo di fronte a un episodio grave che, oltre a minare la fiducia nell’istituzione crea disorientamento nella cittadinanza. L'episodio va chiarito fino in fondo, anche per rispetto di tutti gli operatori sanitari che da mesi sono impegnati in questa importante campagna vaccinale e che, nelle prossime settimane, a fronte del tanto atteso incremento delle forniture, saranno chiamati ad uno sforzo collettivo straordinario. Per questo di fronte alle dimissioni presentate dal dottor Enrico Nava ho ritenuto di accettare nell'immediato la remissione dell’incarico di direttore dell’integrazione socio sanitaria e procedere ad una verifica precisa di fatti e responsabilità».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccino alla moglie del dottor Nava, Benetollo non si ferma

TrentoToday è in caricamento