Anziani trovati morti in casa a Fai: ipotesi omicidio-suicidio

Dramma scoperto stamane dai carabinieri nel paesino di montagna, si indaga a tutto campo

Potrebbe esserci un gesto disperato, in una situazione clinica molto grave, dietro al dramma scoperto questa mattina dai carabinieri a Fai della Paganella. Due coniugi, Sergio Cini e Luisa Zardo, di 85 ed 84 anni, sono stati trovati senza vita nella loro abitazione in via Cortalta.

I due coniugi, veneti ma da anni residenti sull'Altopiano, sono stati trovati senza vita nella mattinata di mercoledì 9 gennaio da un conoscente. Accanto ai corpi un biglietto che non lascia dubbi, firmato da entrambi per spiegare il gesto, deciso di comune accordo.

Le indagini sono in corso ma l'ipotesi più accreditata è quella dell'omicidio-suicidio. Su entrambi corpi sarebbero presenti ferite d'arma da fuoco. Secondo una prima ricostruzione l'uomo avrebbe sparato alla moglie per poi rivolgere l'arma contro se stesso.

Una tragedia dettata, pare, dalla paura di un male incurabile. Luisa Zardo era appena ritornata a vivere nella casa di Fai dopo aver soggiornato nella residenza assistita di Mezzolombardo, a causa di una malattia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coranavirus, supermercati presi d'assalto anche in Trentino

  • Un caso di Coronavirus in Alto Adige

  • Vastissimo incendio, la montagna brucia da due giorni e le fiamme lambiscono le case

  • Gravissimo incidente in A22, auto si schianta contro un tir: muore un uomo

  • Nuovo caso di coronavirus in Trentino: è una donna del Lodigiano in vacanza a Folgarida

  • Coronavirus, medico contagiato in Germania: "Era stato in vacanza in Trentino"

Torna su
TrentoToday è in caricamento