menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dal 1° dicembre visite ed esami diagnostici si pagano in anticipo

Il cambiamento avviene in previsione dell'utilizzo di modalità di pagamento online e della gestione informatizzata dei referti delle prestazioni diagnostiche e strumentali rendendo uniforme la riscossione dei ticket in tutte le strutture

Dal 1° dicembre il pagamento delle visite e degli esami diagnostici e strumentali effettuati nelle strutture dell’APSS dovrà avvenire prima di effettuare la prestazione, consegnando al personale dell’ambulatorio una copia della ricevuta di pagamento. Il cambiamento avviene in previsione dell’utilizzo di modalità di pagamento online e della gestione informatizzata dei referti delle prestazioni diagnostiche e strumentali rendendo uniforme la riscossione dei ticket in tutte le strutture dell’APSS in un’ottica di semplificazione dei rapporti con i cittadini. La nuova modalità organizzativa permetterà di ridurre il numero di accessi agli sportelli da parte dei cittadini che in un'unica soluzione effettueranno l’accettazione e pagheranno le prestazioni, potendo così accedere poi, da qualsiasi personal computer, ai propri referti digitali.

A partire dal 1° dicembre, quindi, le persone che devono effettuare una visita specialistica o un esame diagnostico dovranno effettuare il pagamento prima di recarsi in ambulatorio. Il versamento, oltre che in uno qualsiasi degli sportelli cassa dell’APSS, potrà essere effettuato con carta di credito attraverso l’applicativo TreC, la piattaforma elettronica che consente ai cittadini della provincia di Trento di consultare i referti on-line e tenere un diario della propria salute. Nei prossimi mesi, inoltre, saranno progressivamente attivate e collocate vicino agli sportelli cassa dell’APSS 19 riscuotitrici automatiche abilitate al pagamento delle prestazioni e alla stampa dei referti.  Se nel corso della visita o dell’esame il medico ravvisa la necessità di ulteriori accertamenti il paziente dovrà eventualmente integrare il pagamento del ticket al termine della prestazione. L’APSS - in una nota - si scusa per gli eventuali disagi che potrebbero crearsi nella fase iniziale di applicazione della nuova modalità di riscossione delle tariffe delle prestazioni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La bozza del decreto riaperture: le nuove regole fino al 31 luglio

social

Offerte di lavoro: in Trentino si cercano marinai

Attualità

Cosa cambia dal 26 aprile

Attualità

Tutti i canti popolari del Trentino disponibili online

Ultime di Oggi
  • Attualità

    Coronavirus, le regole del week end

  • Attualità

    Vaccino Covid-19: sedute straordinarie nel week-end

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento