rotate-mobile
Orsi

"Pronti a incatenarci al Casteller se il Tar condannerà JJ4"

Tensione crescente in vista della sentenza. Intanto, blitz animalista al Giro

La giornata di ieri, martedì 23 maggio, è coincisa con l’approdo del Giro d’Italia in Trentino, mentre quella di oggi vedrà la partenza della 17esima tappa da Pergine. Insomma, gli occhi della comunità sportiva sono concentrati sul nostro territorio; un’occasione irrinunciabile per gli animalisti di lanciare un messaggio, anche e soprattutto in vista dell’appuntamento di domani, giovedì 25 maggio, al Tar, per la sentenza su JJ4.

Cosa succederà domani al Tar?

Il blitz

La scorsa serata, gli attivisti di Centopercentoanimalisti hanno affisso uno striscione ad Agnedo, lungo il percorso che farà oggi la carovana dei ciclisti, con scritto “Tar fai la cosa giusta. Unica colpa degli orsi? Vivere in Trentino”. La citazione del Tar non è inedita: pochi giorni fa uno striscione simile è stato appeso fuori dal Casteller, dove si trova JJ4, con tanto di messaggio visivo piuttosto inequivocabile.

Lo striscione affisso da Centopercentoanimalisti

“Un nostro motto che ripetiamo spesso  è ‘Lo sport non cancella l'odore’. L'odore del sangue degli orsi uccisi,  la disperazione di quelli  rinchiusi nel lager, i cuccioli privati della madre, la campagna di odio montata ad arte  contro questi animali: è la politica folle di chi vuole rendere la montagna un deserto, dove abbiano  posto solo  il turismo e tutto quello che dà reddito. Oltre al numero spropositato di cacciatori e pescatori, sia locali sia in trasferta. Tutto questo rende il Trentino una terra insanguinata, avvelenata dalla cattiveria e dalla violenza di alcuni politici che con le loro decisioni, infangano tutta la popolazione” il commento dei militanti.

La manifestazione

In vista dell’appuntamento del Tar, apprendiamo che la questura di Trento ha autorizzato la manifestazione indetta dal Partito Animalista Europeo assieme alle associazioni animaliste Meta, Fronte animalista ed Avi, con  le quali  era già stata organizzata  il mese scorso  la protesta di Sabbionara di Avio, paese dove vive il presidente della Provincia Maurizio Fugatti: il presidio si svolgerà dalle 8.30 in via Calepina, nei pressi del Tar, in attesa della sentenza.

Così il presidente del partito Stefano Fuccelli: “Domani, non solo le associazioni con i propri simboli e bandiere, ma anche la gente per bene, sensibile e rispettosa dei diritti e della vita degli animali scenderà in piazza davanti al Tar di Trento in attesa della sentenza dei giudici circa il destino di Gaia (JJ4). Crediamo fermamente nella giustizia ma nel caso in cui venisse confermato il decreto di abbattimento non esiteremo ad incatenarci ai cancelli del centro faunistico Casteller per impedire le esecuzioni”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Pronti a incatenarci al Casteller se il Tar condannerà JJ4"

TrentoToday è in caricamento