menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bastonata all'orso, Rossi: "Ininfluente". Associazione animalista denuncia l'uomo aggredito

Vittima della più recente aggressione da orso in Trentino, ed ora anche denunciato per maltrattamento di animali. A scatenare l'ennesima svolta nella vicenda di Terlago sono state le parole del dirigente Claudio Groff

La "bastonata" all'orso ha sollevato l'ennesimo polverone. "Non è rilevante che nell'ambito del contatto avvenuto nei giorni scorsi a Terlago possa essersi eventualmente verificata una reazione istintiva della persona coinvolta, l'ordinanza ha l'obiettivo di garantire la sicurezza delle prsone". Interviene così, con una breve nota pubblicata oggi dall'Ufficio Stampa provinciale, il governatore trentino Ugo Rossi dopo le dichiarazioni del responsabile del Servizio Foreste e Fauna Claudio Groff che a Radio 3 ha riportato una versione della vicenda diversa da quella, finora, diffusa: l'uomo aggredito a Terlago avrebbe colpito l'orso con un bastone quando l'animale si trovava ad un metro da lui, senza però averlo già aggredito.

Una dichiarazione che ha causato reazioni a catena: prima l'Enpa ha chiesto il ritiro immediato dell'ordinanza di cattura per l'orsa KJ2, identificata come responsabile dell'aggressione, poi un'altra associazione animalista, Aidaa - Associazione italiana difesa animali ed ambiente, ha rincarato la dose denunciando per maltrattamento di animale l'uomo aggredito. "Aggredendo l'orsa con il bastone ha compiuto il reato di maltrattamento di animali, cosi come lo ha compiuto mettendo a rischio la vita del suo cane" si legge in un comunicato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Trentino rimane in zona arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento