rotate-mobile
La vittima / Pelugo

Stroncato da un malore sul sentiero: addio ad Angelo Campidelli

Era attivo nel volontariato e tra le fila degli alpini di Pelugo. Aveva 84 anni

Si chiamava Angelo Campidelli l’84enne di Pelugo stroncato da un malore mentre percorreva il sentiero 212 in direzione del rifugio Mandron, ad una quota di 2070 metri. Una persona ben nota nella comunità e nella val Rendena, sempre in prima linea e disponibile per gli altri, attivo in favore della comunità, dello sport e del volontariato. Era stato tra le fila degli alpini.

La tragedia

Il dramma avvenuto ieri, sabato 24 giugno, è cominciato intorno alle 9 del mattino, quando Campidelli stava percorrendo il sentiero. Ad accorgersi che qualcosa non stava andando, osservando l’anziano, è stato un membro del Soccorso alpino trentino, che si trovava proprio al rifugio, e che ha chiamato immediatamente il 112 appena si è reso conto del malore in corso.

Sul posto è arrivato l’elisoccorso, mentre nella piazzola di Pinzolo e in prossimità dello stesso rifugio Mandron si metteva a disposizione il personale di zona, pronto per coadiuvare le operazioni. L'elicottero di Trentino Emergenza, dopo aver localizzato l'uomo, ha verricellato sul posto il tecnico di elisoccorso e l'equipe medica, ma l’unica cosa che è stata possibile fare è stato constatarne il decesso per arresto cardiaco e portare la salma a Pinzolo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stroncato da un malore sul sentiero: addio ad Angelo Campidelli

TrentoToday è in caricamento