Mira ai gatti e spara alla finestra del vicino

Stagione particolarmente "rumorosa" per i gatti: non riuscendo a dormire un 25enne di Andalo, appassionato di armi sportive, ha pensato bene di imbracciare la carabina e puntare ai felini molesti. Ha però sbagliato obiettivo, centrando la finestra del vicino di casa. La cosa può far sorridere ma avrebbe potuto essere una tragedia: il proiettile, calibro 22, ha oltrepassato le imposte di legno e la finestra di vetro, andando a conficcarsi in un mobile della camera, a qualche decina di centimetri dal letto dove l'uomo stava dormendo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Solamente un accurato esame della traiettoria e del calibro del proiettile ha fatto pensare al vicino venticinquenne, appassionato di armi sportive e quindi censito presso il Comando. Puntando un laser attraverso il foto del proiettile nelle serrande il fascio di luce puntava dritto sulla sua finestra. E' stato quindi chiamato in caserma dove in un primo momento ha detto di non saperne niente, e poi ha confessato: "i gatti non mi lasciavano dormire, così ho preso il fucile". Tutto torne: dall'arma, sequestrata, manca un solo colpo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • A casa nel paesino per il coronavirus fa arrivare una escort in taxi da Trento: donna multata

  • Supermercati: vietato scegliere quello più conveniente, spesa solo vicino a casa

  • Coronavirus, Fugatti: "No ad arrivi nelle seconde case. Chiesti controlli pesanti"

  • "Due mascherine per ogni trentino", ma non si sa ancora come: precedenza ai 5 comuni "blindati"

  • Coronavirus, fermato dai vigili dopo che è al parco da un'ora: "È che ho perso una cosa"

  • Contagi e decessi stabili, Fugatti: "I trentini mi hanno deluso, escono e non rispettano le regole"

Torna su
TrentoToday è in caricamento