Il salvataggio

Alpinisti in notturna scendono sulla parete sbagliata e restano bloccati

I due hanno così lanciato una richiesta di aiuto tramite un sistema satellitare

Si è concluso attorno alle 2 l'intervento che ha visto impegnati il Soccorso alpino di Auronzo di Cadore (Bl) e l'elicottero dell'Aiut Alpin Dolomites di Bolzano, nel recupero di due alpinisti rimasti incordati al rientro della scalata della Torre Wundt, nei Cadini di Misurina. I due alpinisti, un moldavo di 35 anni e una rumena di 30, dopo essere arrivati in cima avevano iniziato le calate in corda doppia a ritroso della via appena salita, sbagliando perché il rientro si effettua a nord, dalla parte opposta. Di conseguenza non sono stati più in grado di proseguire la discesa in parete.

I due hanno così lanciato una richiesta di aiuto tramite un sistema satellitare, che invia le coordinate della persona che lo attiva e lancia un Sos. Attivati poco prima delle 22 dalla Centrale del 118 su segnalazione della Guardia costiera, arrivati sul posto i soccorritori hanno individuato la coppia anche grazie all'uso di droni con termocamera in dotazione al Soccorso alpino. Date le condizioni meteo in peggioramento, è stato concordato di chiedere l'intervento dell'Aiut Alpin Dolomites. Fatto campo base a Misurina, l'elicottero è quindi decollato e ha provveduto al recupero di entrambi con l'uso del verricello.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alpinisti in notturna scendono sulla parete sbagliata e restano bloccati
TrentoToday è in caricamento