rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Cronaca Vermiglio

Finisce in un canalone allo Stelvio, chiama il padre in Belgio

Ha passato una notte all'addiaccio il giovane belga scivolato in un canalone roccioso sul sentiero che da Trafoi porta al passo. L'elicottero non ha potuto volare per il maltempo. L'allarme al soccorso alpino è stato dato dal padre al quale il ragazzo ha telefonato quando si è trovato in emergenza

Forse non conosceva il numero di emergenza italiano, valido anche per il soccorso alpino, ovvero il 118, il giovane belga che ieri, dal fondo del canalone nel quale è scivolato, ha allertato il padre in Belgio il quale a sua volta ha chiamato il Soccorso Alpino. L'alpinista 22enne stava percorrendo il sentiero che da Trafoi porta al passo dello Stelvio quando è scivolato finendo in un canalone roccioso.

Viste le condizioni di maltempo l'elisoccorso di Bolzano non si è potuto alzare in volo: il giovane è stato quindi recuperato questa mattina dagli uomini del Bergrettung, il soccorso alpino altoatesino, dopo una notte all'addiaccio. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Finisce in un canalone allo Stelvio, chiama il padre in Belgio

TrentoToday è in caricamento