rotate-mobile
Martedì, 7 Febbraio 2023
Alto Adige

Valanga travolge scialpinisti: cos'è successo

Scialpinisti salvi grazie all'airbag da valanga

Dopo circa 24 ore dalla valanga sulla Marmolada, un altro evento si è verificato in montagna, questa volta nella zona dell'Alpe di Siusi. La chiamata con la richiesta di intervento è arrivata intorno alle dieci di mercoledì 7 dicembre. Sul posto sono intervenuti subito i carabinieri delle stazioni di Castelrotto e Fiè allo Sciliar, che proprio mercoledì  hanno iniziato, con l’apertura del comprensorio sciistico dell’Alpe di Siusi, il servizio di vigilanza e soccorso sulle aree sciabili.

Valanga sull'Alpe di Siusi

Una valanga si è creata nella zona dei denti di Terrarossa, dove due scialpinisti stavano discendendo fuoripista. Il fronte di neve li ha investiti in pieno. Per fortuna i due, sessantenni altoatesini con notevole esperienza nel settore, erano entrambi dotati di zaino da scialpinismo con airbag da valanga. Airbag che, vista la mala parata, hanno entrambi immediatamente attivato. Questo dispositivo d’emergenza ha permesso loro di non essere travolti e inghiottiti dalla neve.

Immediatamente, con le motoslitte, si sono recati sul posto i carabinieri e i soccorritori del Bergrettung di Siusi. Il primo sciatore si era già liberato autonomamente e leggermente ferito, è stato aiutato e, caricato sulla motoslitta, condotto al sicuro. Il secondo purtroppo non riusciva a uscire dalla neve dalla vita in giù ed è stato necessario far intervenire un elicottero Pelikan del 118. È stato quindi trasportato a Compaccio. È rimasto leggermente ferito.

L'intervento sinergico da parte delle forze in campo ha permesso, per la tempestività dei soccorritori e per la previdenza degli sciatori, di ritornare tutti a casa sani e salvi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Valanga travolge scialpinisti: cos'è successo

TrentoToday è in caricamento