Proteste per il taglio degli alberi in viale Trento, il Comune pubblica le foto: "Ecco com'erano dentro"

Una notte ed una mattinata di proteste del comitato 'Salviamo gli alberi di viale Trento' non ha fermato la scure del Comune, zona presidiata dalle forze dell'ordine

Protesta a Rovereto  per  il taglio di alcune piante in viale Trento. Gli attivisti del comitato Salviamo gli alberi di viale Trento grazie al passaparola su facebook, dove il gruppo conta più di duemila membri, hanno stazionato anche di notte lungo la via, chiusa al transito, per protestare contro l'abbattimento degli ippocastani,, iniziato all'alba proprio per il timore di problemi di ordine pubblico. La zona è stata transennata e presidiata dalle forze dell'ordine. 

A giustificazione del proprio operato il Comune ha deciso di pubblicare su facebook alcune foto che mostrano come gli alberi fossero completamente cavi all'interno. Il timore era che potessero crollare da un omento all'altro. Naturalmente non tutti gli alberi erano a rischio, il comitato ha proposto, per quasi un anno, un confronto con il sindaco per salvare gli alberi "sani". Alla fine è arrivato, fuori tempo  massimo,  il ricorso al Presidente della Repubblica, ma anche, inesorabile, la scure del Comune. Sette alberi sui quali i manifestanti sono saliti, sono stati salvati, 7 su 45. Ora il Comitato pensa a nuove azioni. 

Ironia della sorte, oggi era la Giornata mondiale per la Terra: " Durante la giornata mondiale per la terra sono stati abbattuti gli alberi di viale Trento a Rovereto. I cittadini si sono mossi con svariati appelli chiedendo un referendum, raccogliendo firme e andando per via legale, ma senza alcuna risposta da parte della Pubblica Amministrazione, che stamattina ha dato il via al taglio di più di 40 alberi sani. Questa è la cura che i Comuni riservano alla Natura e al desiderio dei cittadini di preservarla" scrivono  le associazioni WWF, Lipu e Cras. 

Video, il Comitato: "Marcio solo un albero su quaranta" clicca qui...

Ribatte il sindaco Valduga: "Stiamo procedendo nell'ambito di un progetto che è stato ampiamente spiegato e quindi partecipato alla cittadinanza,  nonché votato nella competente circoscrizione (13 a favore, 1 astenuto). Consegneremo alla città una viale completamente riqualificato e ripiantumato e soprattutto più sicuro. Dalle prime valutazioni sulle piante tagliate sembra infatti emergere con evidenza che la situazione era probabilmente più grave di quanto ci fosse stato prospettato e questo ci conforta ulteriormente  rispetto al nostro operato.
Abbiamo a maggior ragione il dovere di procedere quando si cerca di destabilizzare le istituzioni ricorrrendo allo strumento dell'offesa, della calunnia e della gratuita denigrazione, pertanto quando si agisce alimentando la strategia della tensione come strumento di lotta, le istituzioni non devono retrocedere di un millimetro".


 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Camion divorato dalle fiamme in A22: autostrada chiusa

  • Una turbolenza chiude la vela del parapendio e lo fa precipitare da 2mila metri: morto

  • "Aiuto, c'è una donna con lenzuolo bianco sulla statale": chiamano il 112 per la Samara challange

  • Il supermercato più conveniente di Trento? Ecco il "calcolatore" online di Altroconsumo

  • Incendio in casa: morta una mamma, grave il suo bambino

  • Tornano all'auto parcheggiata in via Grazioli e ci trovano dentro il ladro

Torna su
TrentoToday è in caricamento