Venerdì, 12 Luglio 2024
Aggressione

Passeggero "clandestino" mette le mani addosso al capotreno

Viaggiava con l’abbonamento di un’altra persona. Una volta scoperto è diventato una furia

È finito nei guai un tunisino di 23 anni che ha pensato bene di aggredire un capotreno di Trentino Trasporti, rimediando così una denuncia da parte della polizia ferroviaria di Trento.

I fatti

Tutto è successo lo scorso 16 giugno quando il ragazzo è salito a bordo di un treno e, alla richiesta del controllore di vedere il biglietto o, come in questo caso, l’abbonamento, il giovane glielo ha mostrato. Un abbonamento provinciale sul quale, però, c’era la fotografia di un’altra persona.

Il controllore gli ha quindi ritirato l’abbonamento, come da prassi, e il 23enne lo ha aggredito, strappandogli nuovamente l’abbonamento e dandosela a gambe all’esterno della stazione.

Chiede di vedere il biglietto del treno e viene pestato

L’acquisizione della foto dell’abbonamento utilizzato in maniera fraudolenta e un video girato da alcuni viaggiatori hanno permesso agli agenti della polizia ferroviaria di identificare il 23enne che, si è scoperto, era ospite da un perante in città, a Trento. A proposito del parente: il titolare dell’abbonamento era proprio lui.

Il giovane tunisino, risultato residente in Calabria, è stato denunciato per resistenza a pubblico ufficiale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Passeggero "clandestino" mette le mani addosso al capotreno
TrentoToday è in caricamento