Mercoledì, 12 Maggio 2021
Cronaca

Aereo caduto sul Monte Croce: martedì l'autopsia sul corpo del pilota

Le ipotesi per le due inchieste aperte - una dell'Agenzia nazionale della sicurezza del volo e l'altra dalla Procura di Trento - sono un malore del pilota o un guasto al mezzo

Un'immagine del velivolo precipitato

È prevista per martedì l'autopsia del pilota morto sabato nello schianto dell'aereo da turismo su cui si trovava mentre volava sulla zona del monte Croce, in Trentino. L'esame autoptico potrebbe aiutare a chiarire la dinamica dell'incidente. Intanto migliorano intanto le condizioni della passeggera, 29 anni, altoatesina, ricoverata all'ospedale di Bolzano. Il pilota era Riccardo Avi, 70 anni, nato a Bolzano e residente a Montebelluna, in provincia di Treviso. Le ipotesi per le due inchieste aperte - una dell'Agenzia nazionale della sicurezza del volo e l'altra dalla Procura di Trento - sono un malore del pilota o un guasto al mezzo. Colleghi e conoscenti dell'uomo tendono a escludere un errore, ricordando come Avi avesse volato per tutta la vita, prima su jet privati, poi sui voli di linea di Alpi Eagles e Air Dolomiti, infine come istruttore. 
Domenica è stato effettuato un sopralluogo tecnico, i resti dell'aereo dovrebbero essere portati all'aeroporto Caproni di Trento.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aereo caduto sul Monte Croce: martedì l'autopsia sul corpo del pilota

TrentoToday è in caricamento