menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Acqua, in Vallagarina e Giudicarie se ne consuma di più

C'è anche la valle di Non. Le risorse idriche impiegate nella pratica dell'innevamento delle piste da sci sono invece utilizzate maggiormente nel Comun General De Fascia, in valle di Fiemme e in valle di Sole

È la Comunità della Vallagarina, con i suoi 9.183.207.250 metri cubi, la parte di territorio in cui si consuma più acqua. La maggior parte dei metri cubi totali, 8.876.870.934, sono però impiegati nella produzione di energia idroelettrica.

A seguire troviamo la Comunità delle Giudicarie con 2.756.143.469 mc e la Comunità della Valle di Non con 2.713.654.232. Le risorse idriche impiegate nell’innevamento delle piste da sci invece sono impiegate maggiormente dal Comun General De Fascia (val di Fassa) con 2.785.036, seguito dalla Comunità territoriale della Valle di Fiemme (1.749.298) e dalla comunità della Valle di Sole (1.513.455).

I dati sono contenuti in un rapporto del Servizio statistica della Provincia Autonoma di Trento, uno studio sul territorio dal titolo “Conoscere il Trentino”. Coordinato da Giovanna Fambri e Vincenzo Bertozzi, con l’aiuto di Nicoletta Novello e Sonia Postinghel, il documeno fornisce – attraverso i numeri - un'ampia panoramica della situazione demografica, culturale e territoriale della Provincia.

Ad esempio per quanto riguarda la popolazione: le zone meno popolate sono quelle degli altipiani Cimbri (4.521 residenti) e alla Comunità della Paganella (4.908), in testa la Comunità della Valle dell’Adige con 119.539 abitanti (dati del 2009). In provincia abbiamo 217 comuni, tra i quali 18 raggiungono al massimo i 5 Km quadrati, 41 sono tra i 5 e i 10 e 57 tra i 10 e i 20.

Il 96,9 % del territorio è costituito da boschi, aree da pascolo, aree agricole e giacciai, mentre il rimanente 4,1% è dedicato ad aree urbane, infrastrutture, aree commerciali ed estrattive.

Le superfici vedi continuano ad aumentare: dal 1985 al 2009, gli ettari dedicati ai parchi sono passati da 66.100 a 98.986, le riserve da 701 a 3.036. Diverso il discorso per i biotopi, di cui non troviamo traccia fino al 1990, con 855 ettari che passano poi a 1.751 nel 2009. Complessivamente il verde pubblico nel 2009 è quantificabile in 103.773 ettari.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Restrizioni, quando ci si potrà spostare tra regioni

Attualità

Apre il primo drive through vaccinale a Trento

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Bollettino coronavirus: 1 decesso e +133 nuovi contagi

  • Cronaca

    Scialpinista travolto da una valanga: elisoccorso in volo

  • Attualità

    Come passare in zona bianca e cosa si può fare

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento