Cronaca

Confcommercio vuol rescindere l' accordo integrativo

L’Unione scrive alle sigle sindacali a proposito della rescissione dell’accordo integrativo del 1987. “Premiare la produttività, rispettando l’unitarietà sindacale nazionale”

L’Unione scrive alle sigle sindacali a proposito della rescissione dell’accordo integrativo del 1987. “Premiare la produttività, rispettando l’unitarietà sindacale nazionale” Il presidente di Confcommercio Trentino Giovanni Bort ha inviato, stamane, una lettera alle sigle sindacali provinciali, (FILCAMS CGIL – Trentino, FISASCAT CISL – Trentino, UILTuCS – Trentino) a proposito della rescissione dall’accordo integrativo del 1987. Un accordo non in sintonia con la linea sindacale nazionale che considera incentivi legati all’aumento della produttività.

“Non vi è dubbio – si legge nel testo della lettera - in merito al valore rappresentato dalla compattezza sul territorio nazionale della categoria, che ci onoriamo di rappresentare, ne si può a livello territoriale sminuire il frutto delle conquiste ottenute dalla contrattazione a  livello nazionale”.  L’Unione ha espresso la propria disponibilità al dialogo con i soggetti firmatari del CCNL, dimostrando tuttavia apertura anche verso altri attori non titolati a partecipare alla trattativa “nel rispetto della pluralità democratica”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Confcommercio vuol rescindere l' accordo integrativo
TrentoToday è in caricamento