rotate-mobile
Martedì, 7 Febbraio 2023
La decisione

Migranti e sfollati: il Trentino pronto ad accoglierne 100 in più nel 2023

Accordo tra Provincia, Commissariato del Governo e Arcidiocesi. 600 posti destinati a chi fugge dall’Ucraina

Accordo raggiunto tra Provincia e Commissariato del Governo per quanto riguarda il sistema di accoglienza in Trentino dei richiedenti protezione temporanea e internazionale per il 2023, ovvero i migranti provenienti dalla rotta balcanica e gli sfollati dall’Ucraina; allo stesso tempo, Piazza Dante ha siglato il protocollo “Una comunità intera” con l’Arcidiocesi.

“Considerata l’attuale situazione nazionale e provinciale, caratterizzata da un incremento dei flussi migratori, intendiamo rispondere ai nuovi bisogni emergenti ed aderire alla richiesta di collaborazione dell’autorità statale. Proprio in questi giorni stiamo provvedendo all’accoglienza alla residenza Fersina di Trento di 60 richiedenti asilo, che il Commissariato del Governo ha autorizzato all’inserimento nel sistema di accoglienza straordinaria gestito; entro lunedì 19 dicembre contiamo di aver provveduto alla sistemazione dell’ultimo gruppo nella struttura” ha spiegato il presidente Maurizio Fugatti.

Nel provvedimento, il sistema accoglienza aumenta i posti disponibili di 100 unità, passando da 600 a 700. E altri 600 saranno destinati agli sfollati a causa della guerra in Ucraina, per un totale di 1300. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Migranti e sfollati: il Trentino pronto ad accoglierne 100 in più nel 2023

TrentoToday è in caricamento