Cronaca Riva del Garda

Riva del Garda, arrivati 110 cittadini afghani: uomini, donne e bambini

Nella base di addestramento militare di proprietà dell’esercito i cittadini afghani osserveranno un periodo di quarantena al termine del quale, secondo le indicazioni del Governo, saranno seguiti dal Ministero dell'Interno per tutte le procedure connesse all’accoglienza e per stabilire le future destinazioni

Sono arrivati nella mattinata di mercoledì 25 agosto, alla base logistico addestrativa di Riva del Garda, i cittadini afghani del programma di accoglienza e smistamento che sta coordinando il governo nazionale. Si tratta di 110 persone, uomini, donne, bambini e anche qualche neonato, che hanno viaggiato nella notte per arrivare in Trentino, dopo che il loro aereo è atterrato martedì mattina all'aeroporto di Fiumicino.

Arrivo profughi afghani-2

Sui pullman erano presenti anche due operatori della Croce Rossa del Trentino con il compito di facilitare l'organizzazione logistica all'arrivo. Alla base di Riva del Garda erano presenti l'assessore provinciale all’agricoltura, foreste, caccia e pesca, in rappresentanza del presidente della Provincia e dell'esecutivo, il sindaco e il vicesindaco di Riva del Garda.

Nella base di addestramento militare di proprietà dell’esercito i cittadini afghani osserveranno un periodo di quarantena al termine del quale, secondo le indicazioni del Governo, saranno seguiti dal Ministero dell'Interno per tutte le procedure connesse all’accoglienza e per stabilire le future destinazioni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riva del Garda, arrivati 110 cittadini afghani: uomini, donne e bambini

TrentoToday è in caricamento