rotate-mobile
Giovedì, 2 Febbraio 2023
Emergenza Ucraina

Ucraina, crescono i profughi accolti in Trentino

Ad oggi sono 2.410 le persone ospitate in provincia, meno di un mese fa erano 2.287

Non si ferma la solidarietà del Trentino al popolo ucraino che sta vivendo il dramma della guerra: il prossimo 24 agosto saranno sei mesi esatti dall'invasione russa del Paese.

In base ai dati aggiornati del Cinformi, che in provincia si occupa di coordinare l'accoglienza sul territorio dei profughi ucraini, ad oggi sono 2.410 le persone accolte e provenienti dall'Ucraina, un numero in crescita rispetto alle 2.287 di meno di un mese fa. Oltre 350 sfollati risultano invece essere rientrati in patria per motivi diversi.

Delle persone accolte, 549 sono inserite nell’accoglienza provinciale, mentre le rimanenti 1.861 sono in una sistemazione autonoma. Nell’ambito del protocollo tra commissariato del governo e Provincia autonoma per l’accoglienza straordinaria sono ospitate 882 persone.

Poche le variazioni sulla composizione dell’insieme: sempre in base ai numeri attuali, il 40 per cento degli individui è composto da minori e l’81 per cento dei maggiorenni è di genere femminile. L'età media degli adulti è di 42 anni.

Il 79 per cento del totale è giunto in Trentino nel mese di marzo, il restante 21 tra aprile e agosto. In questi ultimi giorni sono stati 40 i nuovi arrivi.

Ancora, sono 110 i Comuni del Trentino dove sono distribuiti gli sfollati (il 32 per cento a Trento, il 7 per cento a Pergine Valsugana e il 6 per cento a Rovereto). In totale sono 78 gli immobili utilizzati tra alloggi (72) e strutture collettive (6) per accogliere gli ospiti grazie alla disponibilità della comunità trentina.

Come donare per il popolo ucraino

Prosegue intanto la raccolta fondi a sostegno del popolo ucraino. È attivo il “Fondo di solidarietà - Emergenza Ucraina 2022” nel quale i lavoratori del settore pubblico e privato possono donare una o più ore di lavoro, dando adesione in modo libero e volontario.

Si tratta dell’iniziativa promossa dalla Provincia autonoma di Trento assieme ai rappresentanti degli enti locali, degli imprenditori, dei lavoratori, del volontariato e dell’associazionismo del Trentino.

È inoltre possibile donare in maniera diretta o tramite il portale dei pagamenti Mypa. Tutte le informazioni al riguardo sono disponibili online.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ucraina, crescono i profughi accolti in Trentino

TrentoToday è in caricamento