rotate-mobile
Lunedì, 3 Ottobre 2022
Cronaca Borgo Valsugana

Autorizzato nuovo impianto anti fumi per l'Acciaieria Valsugana

La realizzazione dell'impianto di aspirazione ausiliario si configura come "miglioria ambientale", perché "consente di convogliare un'ulteriore frazione di emissioni in atmosfera attualmente rilasciate in forma diffusa"

Un nuovo impianto per l'aspirazione dei fumi prodotti dall'Acciaieria Valsugana è stato autorizzato dalla Provincia. Un intervento necessario, sottolineato già dalle verifiche della magistratura. Il Comune di Borgo Valsugana aveva presentato al Dipartimento Territorio, ambiente e foreste della Provincia autonoma di Trento, la richiesta per la realizzazione di un impianto di aspirazione ausiliaria sul lato ovest del capannone dell'acciaieria. Il progetto di intervento riguarda la realizzazione di un sistema di aspirazione nella porzione di capannone adibita alla carica delle ceste di rottame nel forno fusorio e di svuotamento dei mastelli di scoria nera, materiale frutto della lavorazione dei rottami. Il sistema dovrebbe consentire di captare le emissioni in atmosfera che avvengono in fase di carica delle ceste di rottame e di svuotamento del mastello di scoria nera. La realizzazione dell’impianto di aspirazione ausiliario si configura come "miglioria ambientale", perché "consente di convogliare un'ulteriore frazione di emissioni in atmosfera attualmente rilasciate in forma diffusa".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Autorizzato nuovo impianto anti fumi per l'Acciaieria Valsugana

TrentoToday è in caricamento