menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Diciannovenne arrestato per abusi sessuali: "Lei era consenziente"

Le versioni dei due giovanissimi protagonisti sono opposte. "Mi ha costretto ad avere un rapporto sessuale completo contro la mia volontà", dice lei. "Non è vero, non c'è stata alcuna violenza", risponde lui

 

Un diciannovenne di Scorzè in provincia di Venezia è stato arrestato per un presunto caso di violenza sessuale. I fatti risalgono alla sera del 26 giugno scorso e sarebbero accaduti a Moena. Il giovane, figlio di un giostraio si sarebbe appartato nel camper di famiglia, presso il Luna Park allestito nella cittadina fassana, con una diciottenne del posto che a quanto are era in totale stato di ubriachezza. Nonostante le resistenze della ragazza il diciannovenne avrebbe preteso e consumato  un rapporto sessuale completo. La presunta vittima denunciò subito tutto e dopo una serie di colloqui con lo psicologo disposti dagli inquirenti il giovane, su richiesta del pm Antonella Nazzaro è stato arrestato ad Eraclea e ieri innanzi al Gip di Trento Michele Maria Benini si è difeso affermando che la ragazza era consenziente. E’ accusato di violenza sessuale aggravata dalla minorata difesa ovvero dalla ridotta capacità di reagire della presunta vittima.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Restrizioni, quando ci si potrà spostare tra regioni

Attualità

Apre il primo drive through vaccinale a Trento

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Bollettino coronavirus: 1 decesso e +133 nuovi contagi

  • Cronaca

    Scialpinista travolto da una valanga: elisoccorso in volo

  • Attualità

    Come passare in zona bianca e cosa si può fare

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento