Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Abu Mazen in visita al presepio trentino a Betlemme

Il presidente dell'Autorità Nazionale Palestinese il giorno di natale ha visitato il presepio allestito dal Trentino nel chiostro della Basilica della Natività a Betlemme, lodando il lavoro della Chiesa Cattolica per favorire il dialogo, la pace e lo sviluppo in Terra Santa

ll presidente dell'Autorità Nazionale Palestinese, Abu Mazen, ha onorato il giorno di Natale con la sua visita il presepio allestito dal Trentino nel chiostro della Basilica della Natività a Betlemme. 

L'assessore alle infrastrutture e ambiente Mauro Gilmozzi gli ha consegnato un piccolo presepe in legno, un altorilievo con i campanili delle chiese cattoliche coinvolte - Trento, Vaticano, Betlemme, e Tesero - ma anche il Minareto di Betlemme. Un messaggio, questo, di pace, fraternità e unione tra i popoli. 

L'assessore, poco prima, aveva partecipato alla cena con il presidente Abu Mazen. Organizzata dai Padri Francescani, la cena riservata a rappresentanti politici e religiosi, è occasione di confronto importante tra i vertici palestinesi e quelli della Chiesa Cattolica. 

Abu Mazen ha parlato per 30 minuti (rappresentando l'intero mondo politico istituzionale presente) lodando il lavoro della Chiesa Cattolica per favorire il dialogo, la pace e lo sviluppo in Terra Santa. 

Ha ringraziato in particolare Papa Francesco per le sue posizioni. A dare inizio a quest'occasiondi confronto, in un clima di convivialità, era stato nel 1995 il presidente Arafat.

La cena precede la Messa di Natale di mezzanotte. Quella di quest'anno è stata celebrata dall'Amministratore del Patriarcato Latino in Terra Santa arcivescovo Pizzaballa. 

Nella sua omelia ha parlato di impegno e collaborazione per la pace tra i popoli e le religioni. Il Custode di Terra Santa, padre Francesco Patton, alla cena aveva invece, parlato di diritto all'indipendenza per i palestinesi. 

Alla Messa il presidente Mazen entra solo per assistere all'omelia ed esce appena finita. L'iniziativa rappresenta un'eccezionale testimonianza  di come le diplomazie possano garantire il dialogo interistituzionale, interculturale e, anche, intereligioso  - il presidente Abu Mazen è mussulmano - nei territori palestinesi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Abu Mazen in visita al presepio trentino a Betlemme

TrentoToday è in caricamento