menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un'immagine dell'abbraccio collettivo in val di Rabbi

Un'immagine dell'abbraccio collettivo in val di Rabbi

Flash mob delle aree protette: in 200 ad abbracciare gli alberi in val di Rabbi

Oltre 200 persone sono accorse al Parco nazionale dello Stelvio per rivivere il legame ancestrale tra uomo e natura. Mentre in Val di Rabbi si è tentato l’abbraccio simultaneo collettivo più grande delle Alpi

Grande successo per i flash mob del 'Festival delle aree protette', la più grande rassegna mai organizzata sulle aree protette del Trentino e la loro biodiversità. La manifestazione ha offerto un programma ricco di convegni, incontri, spettacoli, escursioni, e due appuntamenti molto particolari, che hanno avuto eco non solo fra i confini trentini, ma anche a livello nazionale. In Val di Rabbi l’obiettivo era ambizioso: realizzare l'abbraccio collettivo più grande mai avvenuto sull'arco alpino tra esseri umani e alberi.

Oltre 200 persone sono accorse al Parco nazionale dello Stelvio per rivivere il legame ancestrale tra uomo e natura. Mentre in Val di Rabbi si è tentato l’abbraccio simultaneo collettivo più grande delle Alpi, il Festival delle aree protette ha proposto invece un appuntamento per tutti coloro che hanno voluto far parte della fila indiana più lunga al mondo di persone scalze in montagna. A Villa Welsperg, sede del Parco Naturale Paneveggio Pale di San Martino, tra Primiero e San Martino di Castrozza, 1.030 m, si è realizzato il record ideato dallo scrittore e barefooter Andrea Bianchi: 213 persone hanno percorso una dietro l'altra i prati antistanti la Villa realizzando la fila indiana più lunga al mondo di persone scalze in montagna. Tra i 213 partecipanti persone di tutte le età – la più giovane una bimba di 1 anno e un mese – molte provenienti anche da lontano (tra le altre provenienze Bologna, Firenze, Cuneo, Venezia ed anche nazionalità estere tra cui Svizzera, Austria, Ucraina, Romania e addirittura Malesia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Trentino rischia la zona rossa? 

Attualità

Classificazione Trentino, Fugatti dà un'interpretazione: «riteniamo che per la settimana prossima la situazione possa restare invariata»

Attualità

Il Trentino rimane in zona arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento