rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Cronaca

Trasporti: la Uil lancia la proposta dell'abbonamento sospeso

Si chiede alla Giunta provinciale di dare la possibilità di rinuncia da parte dei pensionati con i redditi più alti all'abbonamento gratuito in favore delle fasce più deboli della popolazione

La Uil di Trento lancia l’abbonamento sospeso. Il sindacato promuove a pieni voti la decisione della giunta di concedere l’abbonamento gratuito per gli autobus agli over 70 ma chiede di più: dare la possibilità di rinuncia da parte dei pensionati con i redditi più alti all’abbonamento gratuito in favore dei lavoratori più deboli, degli studenti e dei migranti. "Abbiamo letto sugli organi di stampa della decisione della giunta provinciale di Trento di concedere gratuitamente l’abbonamento ai mezzi pubblici agli over 70. Bene, ottimo intervento la mobilità pubblica gratuita è segno di civiltà, ma solo se tiene conto delle fasce più deboli e non crea disparità", scrive in una nota il segretario UilTucs, Stefano Picchetti.

"Supponiamo che molti degli attuali pensionati abbiamo un reddito maggiore con minori spese rispetto ad una famiglia monoreddito del terziario, supponiamo che molti degli attuali pensionati abbiamo un reddito maggiore di un lavoratore delle mense delle pulizie ed anche di una guardia giurata o di uno studente lavoratore e sicuramente più alto di un disoccupato o di un migrante in cerca di lavoro. E allora per aiutare tutti, politica e società, facciamo una proposta: l’abbonamento sospeso". In sostanza si chiede  ai pensionati trentini e alle associazioni degli studenti universitari di sostenere l'iniziativa e alla giunta provinciale ,di inserire una "norma di civiltà" e cioè di dare la possibilità di rinuncia da parte dei pensionati con i redditi più alti all’abbonamento gratuito in favore delle fasce più deboli. Tutto ciò a costo zero con una ridistribuzione più equa dei diritti e delle risorse.
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trasporti: la Uil lancia la proposta dell'abbonamento sospeso

TrentoToday è in caricamento